News
lun 7 mar 2022
Bocinbici...

Quattro belle serate a Bolzano con "Bocinbici" - Wordbox.
Lo spettacolo completo sarà presentato più avanti, ma già così promette bene. Si diverte il pubblico e ci divertiamo pure noi, Emanuele Dell'Aquila con la sua chitarra e il sottoscritto che qualche dubbio qua e là ce l'aveva. A dire il vero ce li ho sempre e non mi abbandoneranno mai...
Invece ha funzionato alla grande.
Per farla breve questo spettacolo avrà un futuro.
C'è l'interessamento di Trento... come leggerete più sotto e altri progetti che vedremo a mano a mano che metteranno frutti. Soddisfazione anche nelle parole del direttore Walter Zambaldi. Grazie a tutti, a Sara Sciortino del Teatro Stabile, a Claudio Zanna per l'assistenza tecnica, eccetera eccetera...

Certo che tornare a lavorare a Bolzano al Teatro stabile, dopo più di due anni d'interruzione, mi ha fatto sentire un poco strano e spaesato. Un misto di affetto e ansia... non so dire. E' indicibile quello che a livello psicologico il maledetto covid ha provocato nelle persone, anche a Nicoletta e a me che in fondo ce la siamo cavata... Dopo diciannove anni col Teatro stabile, avrei dovuto sentirmi a mio agio, no? Eppure... La Bolzano che conoscevo a memoria mi sembrava diversa e al tempo stesso uguale a prima, anche se con tante novità, con la sensazione di averla abbandonata solo ieri o cent'anni fa...


ATTENTI ATTENTI:



Il 14 luglio "BOCINBICI", sarà allestito al Sociale di Trento "Capovolto" cioè rivolto alla piazza!

Trailer 1: Noi Bocinbici abbiamo bevuto alle fontane di tutta la valle. Capolavori di fresca umanità. Ora in tanti paesi le usano con raccapriccio per mettere loro accanto i cassonetti delle immondizie. Esteticamente una bestemmia, una volgarità. Vergogna. Sindaci dei nostri paesi, vi prego se mi sentite rispettate questi monumenti all’elemento più importate della nostra vita, sacrari alle fatiche soprattutto femminili, all’arsura del lavoro.


Trailer 2: "Quando scoprimmo il doping fu una brutta botta per noi Bocinbici. Non era possibile, loro, i nostri miti! Per noi, che la droga più pesante era la mortadella, la bóndola, che in volata non aiutava niente…
Ci stavano sporcando il sogno."


***

Eccovi intanto alcune foto scattate a Bolzano da Luca Guadagnini

Emanuele Dell'Aquila e la sua abilità di musicista

Io alle prese con Luigi Malabrocca, la maglia nera...

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Social