News
dom 3 mag 2020
La frase di giugno

"(...) onde io non saprei concepire un artista trentino che non usasse a esprimere il genio (...) questo molle ed armonioso dialetto."





Ernesta Bittanti Battisti - 1903



A proposito di dialetto. Ho sempre dovuto combattere su due fronti: da una parte i "missionari" del dialetto, fanatici per i quali anche un rutto in vernacolo ha un immenso valore semantico; dall'altra i puristi, i classici, l'elite superiore secondo i quali tutto ciò che puzza di dialetto è da disprezzare; però c'è un tratturo in mezzo a Scilla e Cariddi. E' difficile da percorrere, pieno di trappole e trabocchetti infidi, ma c'è...
E se molti mi identificano col dialetto e basta, sappiano che non l'ho mai usato come fine, bensì solo come strumento per arrivare al teatro e al suo linguaggio. Sappiano inoltre che ho recitato e recito tanto in italiano e che del dialetto non ho mai fatto un simulacro.

(foto F. Pedrotti)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Social