News
lun 4 nov 2019
Tour Meraviglia

LA MERAVIGLIA



Missione compiuta: dieci recite a Bolzano de "La meraviglia" al Comunale di Gries. Più altre sette repliche per completare la prima serie di rappresentazioni. Ottimo il risultato, un gran pubblico affettuoso, divertito e anche commosso per questo lavoro faticoso e complesso nel quale però ho il fondamentale aiuto di Emanuele Dell'Aquila, chitarrista straordinario e sapiente artefice delle giuste atmosfere per i miei racconti di vita vissuta, per le mie storie dalla città sotterranea. Senza dimenticare il tocco finale di Leo Muscato.
Abbiamo replicato a Laives, Merano al teatro Puccini, a Vipiteno, a Brunico e Bressanone, (dove una ragazza a fine spettacolo ha esclamato -mi dicono- "Voglio invecchiare come lui!") per concludere ad Appiano e a San Candido in clima di Krampus e alberi di Natale...
So per certo che questo spettacolo avrà vita lunga, perché piace, va bene, fa pensare e fa ridere in un giusto equilibrio. Come ha detto Leo c'è una malinconia di fondo anche in questo ridere della vita. Si pensa ad una "ripresa" a Bolzano per la stagione 20\21.

Finalmente poi, udite udite,approderemo per la seconda tranche al Cuminetti di Trento in aprile, due settimane dal 14 al 26. Evento eccezionale perché la mia città è sempre stata avaruccia di date per me. Non per il pubblico che a Trento mi segue sempre ed affettuosamente, ma le istituzioni... Lasciamo perdere.
Poi seguiranno altri appuntamenti a cura del Coordinamento teatrale trentino che saranno resi noti dopo Trento. Speriamo che tra questi figuri anche Rovereto, una volta così prodiga nei miei confronti ed ora colta da stipsi acuta.
Sapete com'è con la politica ultimamente: tragica. E' sufficiente l'antipatia o simpatia di un responsabile e ciao... i servi si adeguano con deferenza.
Intanto godetevi qualche foto in anteprima dalle tante scattate da Monique Condini per il Teatro Stabile di Bolzano, produttore dello spettacolo.

RIDERE PER NON PIANGERE: Una parola meriterebbero i nostri due assessori trentini alla cultura, quello del Comune e quello della Provincia. Nè uno né l'altro hanno mai presenziato alla presentazione della stagione teatrale (a differenza dei loro omologhi bolzanini). Quello del Comune non sapevo nemmeno che fosse assessore e quello della Provincia va in giro a scrivere "W la figa!" sulle torte.

CONFIDENZA: Girare in questo periodo la nostra regione per lavoro fra maltempo, turismo di bassa lega, autostrada ridotta a camionabile e mercatini di Natale in ogni buco (che vendono sempre le stesse cose) non è facile. Inoltre Halloween, Black Friday, Black Week, domeniche d'oro, baracche di birra e vin brulè (in bustine), canederli, lugàneghe e strudel (lo chiamano "Spirito del Natale")... attirano sempre più il turismo brutto, quello che poi serve a fare numero, a dire che siamo i migliori. In realtà siamo ostaggi dei mercanti. A parte questo per il resto va bene. Sarà l'età?

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Social