News
ven 15 mar 2019
La Meraviglia

Voci e storie dalla città sotterranea

di Andrea Castelli
supervisione alla regia di Leo Muscato
musiche eseguite vivo da Emanuele Dell’Aquila
con Andrea Castelli e Emanuele Dell’Aquila
Scene e costumi: Tessa Battisti;
Luci: Denis Frisanco
Fonico: Giuseppe Zappini


Sono iniziate le prove..!

TEATRO STABILE DI BOLZANO




L’ironia, la confidenza, la visione poetica, nostalgica ed arguta delle narrazioni di Castelli e il contrappunto musicale del chitarrista Emanuele Dell’Aquila, sono gli ingredienti principali dello spettacolo La Meraviglia- Voci e storie della città sotterranea, scritto dall’autore e attore trentino e diretto da Leo Muscato.
Un attore e un suggeritore/musicante rimangono chiusi in un teatro per errore, proprio come nel capolavoro giovanile di Anton Cechov Il canto del cigno. Così, in un racconto notturno forzato dalle circostanze, i due devono far passare il tempo sperando che al mattino qualcuno si ricordi di loro. Nell’attesa emergono ombre storie di un passato che sembra remoto, ma che in verità non lo è. O meglio: noi lo abbiamo fatto diventare tale. Perché ci siamo dimenticati del bambino che abbiamo dentro, della sua gioia per il gioco, del suo stupore e della sua meraviglia… Grazie allo stile divertente con il quale Andrea Castelli ormai sa farsi riconoscere dal suo pubblico, si snodano intricati percorsi della memoria - dalle zie dell’Apocalisse, all’educazione sessuale, dalle allucinazioni dell’Amanita Muscaria, all’alluvione del’66 - in cui la vena nostalgica sa mescolarsi col sano antidoto dell’umorismo nel riscoprire il lato giocoso che continua ad albergare in noi.

Emanuele Dell'Aquila
Andrea Castelli ed Emanuele Dell’Aquila formano un consolidato duo comico, capace sia di fare irruzione nella case dei bolzanini per una lettura estemporanea di poesie, sia di salire sul palco e condurre gli spettatori tra le pagine della memoria.






L'amico Leo Muscato supevisionerà la regia, dando quel tocco magico che solo i grandi registi come lui sono capaci di fare. Già in "Tornerai dall'estero" di Montali (2013) ho potuto lavorare con Leo e comprendere il suo guizzo geniale… ed ho il sospetto che la nostra collaborazione non finisca qui…

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Social