News
gio 21 nov 2019
Su e giù dalla camionabile

Mentre posto in questo sito alcune foto della bella Vipiteno\Sterzing penso alla tournè che sono impegnato a fare in Alto Adige. E facendo questo mi è impossibile non pensare ai pericoli di quell'autostrada, la A22, che sta diventando qualcos'altro. Non è la prima volta, anzi quasi sempre, che sono costretto a viaggiare in continuazione sulla corsia di sorpasso, mai rilassato, con colonne di mostri rombanti (e ondeggianti) sulla destra, a volte addirittura fermi da ostruire le varie uscite ai caselli, come mi accadde l'anno scorso. Poi magari, per tranquillizzarti ancor di più giunge sparato alle mie spalle lampeggiando il solito Porsche del figlioletto di papà, o la Maserati del manager figo e io devo fare il sandwich tra un autoarticolato cecoslovacco che trasporta chissà cosa e un fumigante TIR austriaco che trasporta uova (ma dove cazzo le porta le uova?!). Insomma la A22 è diventata un inferno in certe ore, una volgare camionabile, regno incontrastato della prepotenza dei TIR.
In più si sorpassano tranquillamente all'occorrenza, d'altronde chi controlla? In Italia si sa che basta mettere un cartello e poi tutti a fare quel che si vuole, tanto nessuno controlla. Il limite dei 130? Ti sorpassano tutti. Rari i giorni senza incidenti sulla "Camionabile 22". Se osservate gli incidenti su quella strada sono sempre, immancabilmente, con un mezzo pesante: auto\camion, furgone\camion, camion\camion. Ed è sempre peggio... E pago pure il pedaggio, che dovrei essere pagato io per rischiare così la pelle!
La domanda è: qualcuno ha intenzione di fare qualcosa?

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Social